Logo RAS
ARCHIVIO STORICO VIRTUALE DELLA REGIONE SARDEGNA

torna indietro

Assessorato dei lavori pubblici

denominazioni: Assessorato dei lavori pubblici, 1977
note storico descrittive L'articolo 17 della legge regionale 1/1977 attribuisce all'Assessorato dei lavori pubblici le seguenti materie: opere pubbliche; edilizia; edilizia residenziale; viabilità; acque pubbliche ed opere idrauliche.
Negli ambiti fissati dalla legge 1, nel tempo le competenze si sono ulteriormente specificate e specializzate: interventi nella difesa del suolo e delle risorse idriche; vigilanza, istruttoria e controllo delle opere idrauliche di sbarramento (c.d. piccole dighe); programmazione e coordinamento: della viabilità statale e regionale, degli interventi di prevenzione e soccorso del rischio idrogeologico, delle opere pubbliche di interesse degli enti locali; programmazione e attuazione di infrastrutture portuali, di opere di edilizia patrimoniale regionale e demaniale statale; programmazione, coordinamento e gestione delle opere di edilizia residenziale pubblica; controllo sulla gestione degli enti strumentali dell'Assessorato; tenuta dell'albo regionale degli appaltatori, degli elenchi di operatori economici per l'affidamento dei servizi tecnici di ingegneria, architettura e collaudo. I geni civili, strutture periferiche dell'Assessorato operanti a livello provinciale, svolgono funzioni istruttorie e attuative degli adempimenti connessi alle materie di competenza assessoriale, in particolare nel settore idraulico. Con la legge 5/2007, viene istituita in seno all'Assessorato l'Unità tecnica regionale per i lavori pubblici (Utr), l'organo sostituisce il Comitato tecnico amministrativo regionale e i quattro comitati provinciali per i lavori pubblici.