Logo RAS
ARCHIVIO STORICO VIRTUALE DELLA REGIONE SARDEGNA

torna indietro

Direzione generale dei lavori pubblici, 1952 - 2007

livello di descrizione:complesso di fondi
soggetto conservatore: (tipo di responsabilità: titolarità) Direzione generale dei lavori pubblici
consistenza 380,35 metri lineari - 707 volumi - 2960 faldoni - 960 fascicoli - 12 registri- 1 pacco - 6 scatole - 54 pezzi
Descrizione: Gran parte della produzione documentaria dell'ufficio è stata smembrata in più locali del Palazzo di viale Trento e fortemente compromessa nella unitarietà e ordine logico e fisico delle serie omogenee, ed è il risultato di una serie di trasferimenti subiti negli ultimi anni e comune a tutti i servizi dell'Assessorato dei lavori pubblici. Fin dalla sua formazione, infatti, l'archivio è sempre stato custodito presso la sede della struttura amministrativa ubicata nello stesso palazzo, dove compariva in organico un archivista addetto al trattamento delle carte; solo recentemente, una serie di vicissitudini che hanno comportato il successivo e continuo dislocamento della sede degli uffici da un piano all'altro (tra l'ottavo, il nono, e l'undicesimo della Torre annessa, ha provocato un sempre più evidente e pesante sconvolgimento dell'ordine originario. Dopo un provvisorio passaggio presso il deposito dell'autoparco, solo circa cinque anni fa una parte del complesso documentario ha trovato spazio nel locale al piano terra della Torre, insieme ad atti di altri servizi dell'assessorato.
descrizione Il complesso di fondi è costituito dalla documentazione prodotta dalle strutture burocratiche afferenti alla Direzione generale dei lavori pubblici nello svolgimento delle proprie funzioni amministrative e dagli atti di alcuni organismi autonomi, ormai soppressi, dotati di competenze tecniche e consultive, operanti in seno alla organizzazione dei lavori pubblici nel passato. Tra i primi soggetti si distinguono il Servizio appalti, contratti e segreteria unità tecnica regionale, il Servizio infrastrutture e risorse idriche, il Servizio del genio civile di Cagliari, il Servizio dell'edilizia residenziale, i cui fondi sono rappresentativi degli adempimenti connessi alle competenze istituzionali, quali, rispettivamente, la stipulazione dei contratti con le ditte vincitrici di gare bandite dall'amministrazione, le acque pubbliche e le opere idrauliche, la realizzazione di opere pubbliche, l'edilizia popolare; tra i secondi sono riscontrati il Commissario governativo per l'emergenza idrica, che dal 1995 al 2007 ha gestito per delega statale l'emergenza idrica in Sardegna e promosso la prevenzione dai pericoli derivanti da calamità naturali e la soluzione dei danni”; il Comitato tecnico amministrativo regionale e il Comitato tecnico amministrativo provinciale di Cagliari che, rispettivamente nel proprio ambito di competenze dal 1987 al 2007, hanno dato parere consultivo e valutazione sulle procedure di attuazione delle opere pubbliche finanziate e di competenza dell'amministrazione regionale, degli enti amministrativi e strumentali della regione, e degli enti locali.