Logo RAS
ARCHIVIO STORICO VIRTUALE DELLA REGIONE SARDEGNA

torna indietro

Comprensori, 1975 - 1993

livello di descrizione:complesso di fondi
soggetto conservatore: (dal: 1993; tipo di responsabilità: titolarità) Direzione generale della presidenza
consistenza 354,40 ml - 1930 pezzi - 19 registri - 38 scatole
informazioni di acquisizione
La legge regionale 1 giugno 1993, n. 25 di soppressione degli organismi comprensoriali trasferì le funzioni al Presidente della Giunta regionale che ne acquisì anche i complessi documentari.
descrizione Il complesso è costituito dai fondi di undici dei venticinque organismi comprensoriali istituiti nel territorio della Sardegna con legge regionale 33/1975 come unità di base della programmazione economica e territoriale e quali organi di cooperazione, nell'ambito territoriale del comprensorio, della Regione e degli enti locali.
I fondi archivistici di Alta Marmilla, Barbagia Seulo, Cagliari, Logudoro, Ghilarza, Oristano, Sassari, Serramanna, Sulcis, Trexenta e Villamar costituiscono un complesso di fondi in virtù della comune origine istituzionale e per le caratteristiche omogenee degli atti analizzati. In tutti i complessi archivistici si trova infatti la documentazione degli organi deliberanti (delibere del Consiglio e della Giunta comprensoriale) e quella prodotta con l'attività specifica derivata dalle funzioni istituzionali dei comprensori: predisposizione ed attuazione dei piani di sviluppo economico e sociale e dei piani urbanistici, esercizio delle funzioni amministrative regionali decentrate, esercizio delle funzioni di attuazione dei piani e programmi regionali di sviluppo.
Dalle carte emerge anche l'attività del Comitato comprensoriale agricolo, istituito in ogni zona comprensoriale con legge regionale 19/1979, che operava quale organo di consultazione permanente dell'organismo comprensoriale in materia di agricoltura.
riferimenti bibliografici
G. GHERARDINI, Statuto speciale e ordinamento della regione Sardegna, Esselibri Simone, Napoli, 1991